TAGLIACOZZO –  Era uno dei riferimenti fissi per tossicodipendenti e giovani attratti dallo “sballo” nella zona di Tagliacozzo. Un giovane di nazionalità albanese, ora, ha finito la sua carriera di spacciatore entrando nelle patrie galere della Marsica.

I Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo, nel corso della nottata scorsa, hanno notificato la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di A.N., cittadino di nazionalità albanese, 26 anni, che vive nel nostro Paese da diversi anni e ritenuto responsabile, dagli inquirenti marsicani, del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento restrittivo è stato emesso dal Gip del Tribunale di Avezzano, Maria Proia, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica di Avezzano, Guido Cocco, che si è avvalso delle indagini condotte dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Tagliacozzo.

Le investigazioni hanno permesso di accertare che i giovane proveniente dal paese delle due aquile, si era reso responsabile di più episodi di spaccio, nel periodo ricompreso da marzo a novembre 2017, detenendo continuativamente sostanza stupefacente di vario tipo (cocaina e marijuana), che cedeva a ragazzi della zona, anche con cadenza settimanale.

L’arrestato è stata tradotto presso la casa circondariale di Avezzano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.