AVEZZANO – Mercato settimanale di Avezzano, dopo la prova di unità e di forza data dagli ambulanti, interviene il Presidente di Confcommercio, Roberto Donatelli, rivolgendosi direttamente all’Amministrazione. Un appello composto da una precisa analisi economica e anche sociale dell’impatto  che il mercato del sabato ha per Avezzano, sia a livello di indotto di affari, sia a livello di capacità di moltiplicatore dei rapporti sociali. “Non si cancelli un pezzo di storia” è il drammatico appello di Donatelli. Resterà inascoltato anche lui, peraltro discendente di una delle più antiche famiglie di imprenditori di Avezzano?

Roberto Donatelli

Questo l’intervento del Presidente di Confcommercio Imprese: «Un grave errore spostare il mercato. A sostenerlo sono stati gli stessi Ambulanti con due giornate di sciopero  e il mancato ritiro al Suap degli stalli, per il mercato nella zona Nord.

Chi non ascolta il grido di aiuto di chi lavora, rimarrà comunque insensibile, favorendo in questo modo l’impoverimento di tutta la Città. È questa scarsa sensibilità che ci rovina, una decisione assurda  dell’Amministrazione che sostiene di affrontare il problema del Centro Urbano, spostando l’unica manifestazione di mattina che aggregava della gente, che aiutava gli anziani e le famiglie, che portava clienti anche agli operatori a posto fisso e che accontentava la totalità degli ambulanti.

Non vogliamo entrare nel merito della diatriba politica che si è creata, non è nostro compito ma, sindacabilmente, non possiamo fare a meno di rilevare la scarsa sensibilità alla richiesta degli ambulanti.

Ecco perché chiediamo all’Amministrazione Comunale di non cancellare un pezzo di storia economica e sociale del capoluogo Marsicano e tornare ad ascoltare gli operatori di settore sull’argomento senza alcuna minaccia, per poter,  così  finalmente procedere,  al ritorno del mercato in Centro, che per la città e per la crescita economica di una specifica categoria, quella degli Ambulanti, può assumere un significativo rilievo.

Quindi,  Confcommercio auspica la ripresa di un confronto costruttivo e della cultura che ha sempre caratterizzato l’agire della propria Organizzazione. – Confcommercio Imprese – Il Presidente – Roberto Donatelli».