Attualità Cronaca INFRASTRUTTURE Politica Salute

AVEZZANO. ABBANDONO DI RIFIUTI IN ZONA INDUSTRIALE: ELIGI (M5S) PRESENTA ESPOSTO ALLA POLIZIA LOCALE

AVEZZANO – Il consigliere del Movimento 5 Stelle di Avezzano Francesco Eligi ha accolto la preoccupazione di un cittadino per la situazione di evidente stato di abbandono di rifiuti in un sito della zona industriale.

Francesco Eligi

«Ho effettuato un controllo in Comune per verificare la presenza di eventuali ordinanze in merito e non ho trovato nulla – afferma Eligi .  – Oggi, 8 novembre, dopo un sopralluogo in loco con il cittadino che mi ha segnalato la problematica, ho presentato un esposto alla Polizia Locale per le condizioni di degrado del sito ubicato nella zona industriale, dove sono stoccate ingenti quantità di plastiche all’aperto. – Continua Eligi – . I cittadini sono sempre più sensibili alle problematiche ambientali sia in ambito naturale che antropizzato, e ciò non può che farci piacere perché da sempre il Movimento 5 Stelle è attento alle tematiche del rispetto dell’ambiente, del corretto smaltimento dei rifiuti e della lotta a tutte le forme di inquinamento, ed impegnato a proporre soluzioni all’interno delle istituzioni oltre che a procedere alle segnalazioni.

L’area, di circa 2.000 metri quadri, pare sia da anni nelle condizioni che ho rilevato con un dossier fotografico. Il danno ambientale è evidente, tanto per la presenza di una massa di rifiuti per lo più di materiale plastico in degrado quanto per il rischio di eventuali incendi – continua il consigliere Eligi – . Da parte dell’Amministrazione in carica occorre un concreto segnale relativo alla volontà di impegnarsi a risolvere i problemi del territorio e confido in una proficua azione degli organi competenti e una loro risposta alla mia segnalazione».

 

Redazione

La redazione di MarsicaWeb mette l'informazione libera al primo posto, senza alcun compromesso. Si propone come voce dei cittadini e del territorio, sostiene il diritto di stampa e la libertà di pensiero, rifiuta ogni censura e condanna il fenomeno delle 'fake news'.