di Roberta Placida

AVEZZANO – Lunedì 28 maggio gli alunni della V A del Plesso scolastico “ A. Persia” hanno calcato il palco del Castello Orsini con una nuova commedia in dialetto avezzanese dal titolo “ La paura fa NOVANDA”, nata dalla fantasia di Raffaele Donatelli che, esperto regista, con pazienza e dedizione è riuscito a far diventare bambini di 10 anni dei piccoli, veri attori.

Un momento dello spettacolo

Il laboratorio teatrale, che da tre anni è in essere ed è coordinato dalle insegnanti Maria Grazia Fasciani e Ersilia Maria Casella, è stato una riscoperta della nostra lingua dialettale. Il vernacolo è uno straordinario mezzo espressivo diretto e efficace, un patrimonio tutto da scoprire, conservare e diffondere: esso, infatti, crea radicamento e una linea di continuità tra passato e presente, un ponte temporale che riesce a far incontrare giovani e anziani, bambini e adulti in un mondo di valori comuni e condivisi. Per questo va difeso e tramandato e affidato alle cure di chi verrà dopo: esso è la nostra memoria, è una risorsa culturale che ci fa intendere chi siamo, chi siamo stati e, forse, quello che saremo o, almeno, quello che non vorremo essere.
Per gli alunni il laboratorio è stato una palestra di vita dove hanno imparato a comunicare, ad interagire, a mettersi in gioco, a gestire e superare le paure e le timidezze. Un momento importante che i bambini difficilmente dimenticheranno e che contribuirà a farli diventare giovani capaci di “giocare in squadra”, di attendere e rispettare i tempi dell’altro, di impegnarsi per ottenere un risultato condiviso. Un plauso alle maestre Maria Grazia e Ersilia Maria che hanno creduto nel progetto, a Raffaele Donatelli per la sua ormai nota e da tutti apprezzata professionalità e un grazie alla Dirigente Fabiana Iacovitti che ha sostenuto le sue insegnanti.