di Americo Tangredi

TAGLIACOZZO – Ritorna l’attesa manifestazione dedicata alla figura di Ascanio Mari che celebra i fasti rinascimentali in tre giorni di intensi eventi che dal 13 fino al 15 luglio coinvolgeranno il meraviglioso borgo autentico di Tagliacozzo.

Sarà una tre giorni all’insegna dell’arte, della cultura e dell’enogastronomia che non mancherà di stupire il pubblico, dove la location del centro storico di Tagliacozzo vedrà la presenza di scene d’arte, incantesimi, maghi e ciarlatani proprio come nei secoli passati. Ascanio Mari è stato un’artista orafo tagliacozzano alunno del noto artista Benvenuto Cellini, divenne ispiratore del romanzo “Ascanio” di Alexandre Dumas padre. Egli lavorò soprattutto alla corte del re di Francia e sicuramente contribuì alla creazione della celebre saliera di Francesco I. E’ una figura molto cara al popolo di Tagliacozzo che ne celebra annualmente la memoria con eventi ispirati al tema rinascimentale che coinvolgono moltissimo sia i residenti e sia i turisti in un vasto calendario di eventi.

Quest’anno l’assessore alla cultura del comune di Tagliacozzo Chiara Nanni ha affidato la dichiarazione artistica all’associazione culturale “Altogradimento” di Gianni Iezzi e Cristina Pascucci che cureranno con massima attenzione la parte della rievocazione storica.

«Abbiamo voluto riscoprire l’essenza di questa festa – riferiscono gli organizzatori – che da lustro a un personaggio che ha portato alto il none di Tagliacozzo nel mondo. Sarà una festa delle arti, della cultura, ma anche dell’enogastronomia e dei bambini. Ringraziamo il comune di Tagliacozzo che ci ospita e tutti quelli che in qualche modo contribuiranno a rendere questa tre giorni indimenticabile».

La XXIII edizione di Ascanio sarà ricca di novità: inizierà venerdì 13 luglio con il consueto convegno presso la sala consiliare del municipio di Tagliacozzo alle ore 16; e dalla sera di venerdì 13 fino alla cena finale di domenica 15 luglio le taverne serviranno cibi rinascimentali, si esibiranno giocolieri, saltimbanchi e musici che ricreeranno le note del XVI secolo; come dedica ad Ascanio Mari ci saranno anche banchi di artisti sopratutto gli orafi.

«Siamo molto entusiasti della scelta della direzione artistica – riferisce il sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio – poiché siamo convinti che anche quest’anno la festa di Ascanio sarà un grande successo».