AVEZZANO – Ogni promessa è debito e, quindi, puntuale come il Natale, Massimo Verrecchia, ex alleato dell’attuale sindaco di Avezzano ed esponente di prim’ordine del centrodestra di Avezzano, ci invia la “Verrecchiata”, come l’ha definita il portavoce del sindaco di Avezzano.

Questo il testo della nuova polemica col primo cittadino del capoluogo marsicano, sugli impegni assunti pubblicamente dal sindaco di Avezzano, con tanto di articoli di stampa e foto, prima in una manifestazione del Pd, quando era assessore della giunta Di Pangrazio, dove ha partecipato in più occasioni alle scorse elezioni regionali a sostegno di Giuseppe Di Pangrazio e Luciano D’Alfonso, poi in una che lo ritrae ad una manifestazione di Forza Italia, partito a cui ha aderito da pochi mesi e ancora in campagna elettorale lo scorso anno, quando demonizzava i partiti sventolando il civismo.

Massimo Verrecchia

«Emblematico il titolo di un quotidiano che sintetizzava il De Angelis pensiero “De Angelis: Via i partiti dalla città”. Questa la dichiarazione di De Angelis a maggio dello scorso anno: “ Siamo di fronte al fallimento delle dinamiche partitiche di centrodestra e centrosinistra. Io e la mia coalizione tutta siamo in campo perché vogliamo finalmente un cambiamento, contro i partiti tradizionali e perseguendo onestà e rigore per il bene dei cittadini.” Verrecchia nella premessa evidenzia di sottoporre l’attenzione ai cittadini-elettori affinché giudichino il comportamento, la serietà, l’affidabilità, del sindaco De Angelis, assunti dopo l’anatra zoppa, dove il sindaco Gabriele De Angelis, pur di restare incollato alla poltrona ha creato il grande inciucio, che resterà nella storia di Avezzano, con coloro che non lo hanno ne voluto ne votato ( candidati chi con Di Pangrazio chi con Casciere) e verso i quali Gabriele De Angelis aveva ‘giurato’ pubblicamente che mai li avrebbe ‘imbarcati’! Oggi con poco più di un anno si è già rimangiato molti di quegli impegni pubblici assunti con gli avezzanesi e con i suoi candidati consiglieri definiti quest’ultimi dallo stesso De Angelis “eroi”, che ignari di quello che sarebbe accaduto gli hanno dato fiducia proprio in base a quegli impegni e quelle dichiarazioni pubbliche, candidati e cittadini e che oggi si ritrovano ingannati dal sindaco De Angelis», conclude Verrecchia.

PUBBLICITÀ\' ELETTORALE A PAGAMENTO