di Ferdinando Mercuri

ORTONA DEI MARSI – “Milonia: tra mele, miele ed… orsi”, quest’anno ha riscosso un grande successo. Dal punto di vista organizzativo sicuramente, ma anche perché una favorevole annata ha consentito una abbondante produzione di frutta, di ottima qualità. E lo si è potuta ammirare con la grande esposizione nella mostra-mercato, allestita nel “Parco 83”, a Cesoli di Ortona dei Marsi. Mele delle varietà più pregiate della Valle del Giovenco, ma anche ottimi mieli e derivati della locale apicoltura. E non sono mancati anche prodotti di quella che viene considerata “agricoltura marginale”, ma che conferisce nelle tavole cereali e legumi di grande pregio. A cura della sempre attiva Pro Loco di Cesoli, alcuni di questi sono stati anche cucinati sul posto e fatti degustare ai tantissimi visitatori.

 

Ma “Milonia” è stata anche occasione per un confronto sulle tematiche legate alla produzione e commercializzazione dei prodotti del Giovenco, con un interessante convegno. Coordinato dal consigliere regionale Maurizio Di Nicola, nella ex scuola elementare del ridente paesino di Cesoli, si sono succeduti nei loro interventi: il sindaco di Ortona dei Marsi, Manfredo Eramo, quello di Pescina, Stefano Iulianella, Pietro Asci presidente della locale Pro loco, Il presidente del Pnalm, Antonio Carrara, della Comunità del Pnalm, Antonio Di Santo. Quindi, su: “Produzione tipiche e sviluppo locale” ha parlato Sergio Natalia (Esperto di sviluppo d’impresa e marketing territoriale) e Virgilio Russo, docente dell’Istituto Agrario “Serpieri” di Avezzano su: “La conduzione del frutteto”. Al convegno hanno partecipato anche gli studenti del terzo e quarto anno del “Serpieri” di Avezzano, accompagnati dai rispettivi docenti.

Insomma, una due-giorni veramente ricca ed interessante, tra mele, miele e …l’orso che si è tenuto a debita distanza, ma che ha lasciato segni della sua presenza nella zona.