MAGLIANO DEI MARSI – Nella mattinata di mercoledì 5 dicembre è stato istallato, lungo la strada provinciale 125 un rilevatore di velocità con lo scopo di prevenire e limitare la velocità di chi percorrere quel tratto di strada così ingannevole. Questo è un piccolissimo passo verso una viabilità più sicura per chi percorre quel tratto di strada: anche se ciò non deve esser vista come una soluzione definitiva, c’è ancora molto da fare.

Dopo la raccolta delle 1500 firme nei comuni di Magliano dei Marsi, Scurcola Marsicana e della sua frazione di Cappelle, nella mattinata di venerdì 7 dicembre una delegazione composta dai familiari delle vittime di quella strada maledetta, accompagnati dai sindaci di Magliano dei Marsi, Scurcola Marsicana e Avezzano, le consegneranno al presidente della provincia dell’Aquila Angelo Caruso con lo scopo di richiedere un’urgente sistemazione della suddetta strada.

Infine, una nuova mobilitazione su un noto social network, oltre a chiedere la messa in sicurezza di quel tratto viario sta chiedendo il cambiamento del nome da Strada Provinciale 125 a “Strada del Cuore” in ricordo delle vittime li decedute.